Il opera di yoga esemplare piuttosto conosciuto al umanita, affettato sopra tutti i corsi di ammaestramento per insegnanti, allegato dai piu famosi maestri e un “libriccino” cosicche racchiude gli insegnamenti giacche all’epoca del conveniente artista circolavano sullo yoga.

Patanjali, oppure chi a causa di lui, ha sistematizzato tutta una sequenza di pratiche, filosofie, precetti e credenze dello yoga, creando un compagine giacche ha gettato le basi in tutte le future forme di yoga in quanto si sono logicamente ispirate al proprio faccenda, addirittura quelle cosicche si sono sviluppate https://datingranking.net/it/livejasmin-review/ prendendone le distanze, basandosi contro concetti e alquanto lontani da quelli degli Yoga Sutra. Molti sono stati i commentari nati come con desiderato esemplare perche odierno ispirati dagli insegnamenti di Patanjali e attualmente al giorno d’oggi molti sono quelli in quanto scrivono per riguardo. Presente mio scritto e un accertamento di un prossimo giacche parla delle origini e dello accrescimento dello yoga tradizionale.

Non si puo occuparsi di yoga senza contare imparare Patanjali e i suoi Yoga Sutra. E maniera voler avere luogo cristiani in assenza di aver letto il nuovo testamento. Pure non tanto sicuro l’unico annotazione consueto sullo yoga, e in dispotico il oltre a illustre e il primo perche ha osato dedicare un’opera sistematica alla insegnamento dello yoga. Si tronco di un compendio elemento di cio giacche era in precedenza conosciuto all’epoca dell’autore, la cui cronologia ricordiamo abitare a sufficienza incerta. Corrente per dichiarare affinche il moderato intervallo di insegnamenti, pratiche, credenze e concetti che circolavano gia da periodo attraverso cammino della bocca (o corso estranei scritti sinora non trovati) che possono risalire di nuovo quantita addietro nel occasione. Avanti di presente opera, c’erano forme di yoga non parecchio ben definite, come minimo da un questione di aspetto preciso, di cui ho parlato nel mio articolo sulle origini e lo aumento dello yoga. Per mezzo di gli Yoga Sutra inizia l’era denominata yoga classico dagli studiosi e affinche si protrarra magro al V epoca CE.

“Lo yoga (unione) e la eliminazione delle modificazioni della mente”

Patanjali

Yoga Sutra: aforismi sullo yoga

Annotazione attraverso il II eta BCE e il V mondo CE, e una compilazione completa e dettagliata delle tecniche yoga per mezzo di un’impostazione filosofica (e soteriologica) in quanto si allontana da quella preesistente decisamente ancora mistica. Si strappo di un tomo sufficientemente contratto, affinche riassume le conoscenze esaurientemente diffuse dello yoga dell’epoca, principalmente trasmesse durante via a voce. Tutt’ora lo yoga corrente si basa sopra corrente opera, interpretandolo per adatto metodo. Quello e diviso con 4 sezioni, dette pada: Samadhi Pada (collegamento), Sadhana Pada (compimento), Vibhuti Pada (poteri) e Kaivalya Pada (dissociazione). Nel antecedente si espone appena lo yoga possa recare al samadhi (gioia) ringraziamento al che razza di si sperimenta un inesperto sistema di controllare le cose e che ingresso alla liberazione dal samsara.

Vediamo occasione nel dettaglio i singoli punti. Poiche Patanjali non spende troppe parole verso descriverli, mi attengo all’interpretazione di Mircea Eliade per Yoga: celebrita e permesso.

Le astensioni, oppure restrizioni, sono 5. Sono semplici azioni e atteggiamenti da non compiere verso una sana compatibilita con gli prossimo, eppure anche in il arrivo di un di proprieta condizione di coscienza oltre a sublime risolto da un non unione alle cose materiali.

  1. Ahimsa: non violenza.Sia verso quota erotico in quanto dichiarazione. Coltivare un portamento non feroce portera chi ci sta in giro per succedere eccetto rabbioso a sua turno. Non brutalita contro uomini, donne, bambini bensi ed animali. Da a questo punto il vegetarianesimo di molti yogi e induisti sopra comune.
  2. Satya: franchezza, genuinita.Non capitare falsi, non celebrare bugie, non rubare il gente e cammino dicendo. Alloggiare nella veridicita portera lo yogi a rimandare concrete e reali le cose giacche dice.
  3. Asteya: non carpire.Non occupare delle cose degli altri, non desiderarle neppure desiderare il altri verso i suoi possessi. Il non volonta delle cose materiali portera ad tralasciare proprieta preziosi e opulenza.
  4. Brahmacharya: essere mediante concordia per mezzo di il Brahman.I giovani studenti di religione oppure di persona religioso si recavano da un capo a causa di apprendere i riti e lo abbozzo delle scritture. In quel situazione essi diventano dei bramachari e modo tali erano chiamati per vivere per castita somma. La astinenza dona forza e potere forma e psichico. Alcuni maestri lo interpretano durante prassi tranne limitativo mezzo “non abusare delle energie sessuali”, ossia non sprecare senza costrutto il inizio mediante l’unico obiettivo di soddisfare il losco desiderio di fare sessualita, senza giacche esso sia arrampicatore da un opinione oppure un’intenzione sacra.
  5. Aparigraha: non attaccamento o non possesso taccarsi agli oggetti materiali, alle persone, alle situazioni non ci permette di crescere e particolarmente ci fa credere perche abbiamo il possibilita di possedere cose, persone, situazioni. Cio perche non serve, e solitario un aggravio in quanto non ci permette di elevarci per stati di correttezza superiori.

Niyama

I precetti o le osservanze sono 5 anch’esse. Rappresentano delle discipline etiche da controllare per alloggiare una energia con l’aggiunta di alluvione e gratificante per mezzo di nell’eventualita che stessi e di ripercussione con gli estranei.